Skip to content


Rispondere colpo su colpo. Storie vere di rivolta individuale e collettiva.

LocandinaProiezioni gratuite. Inizio ore 21.

Giovedi’ 10 Novembre I PECCATI DELLA MADDALENA a seguire incontro sulla situazione attuale in Val Susa, con alcuni partecipanti alla lotta contro il T.A.V.

di Manolo Luppichini
Una video-inchiesta sull’impatto del Treno ad Alta Velocità lungo la penisola italiana. Le tratte Napoli-Roma, Firenze-Bologna, Bologna-Milano sono state inaugurate o stanno per esserlo, ma in Val Susa un tenace movimento di resistenza sta impedendo la realizzazione dell’ennesima “grande opera” devastante per i territori e per le vite di chi li abita.

Giovedi’ 20 ottobre  PANTHER

(vers. doppiata in italiano) di Mario Van Peebles, Usa 1995
Il film narra la storia del movimento rivoluzionario afroamericano delle Pantere Nere, dal 1966 al 1968. Dall’incontro tra Huey P. Newton e Bobby Seale alla scorta operata nei confronti di Betty Shabazz (la vedova di Malcolm X), fino ai tentativi da parte della CIA e dell’F.B.I. di smembrare il movimento, portando la droga nei ghetti afroamericani.

Giovedi’ 27 ottobre  LUCIO

Anarchico, rapinatore, falsario, ma soprattutto… muratore.
di Arregì e Josè Marìa Goenaga, 2007
Di anarchici è sempre stato pieno il mondo. Quelli che hanno dovuto fare rapine o entrare nel contrabbando sono stati numerosi. Quelli che hanno discusso di strategie con il Che o hanno aiutato Eldrige Cleaver, leader delle Pantere Nere, sono un pò di meno. Quelli che, insieme a tutto questo, sono riusciti a mettere in ginocchio la banca più importante del pianeta con la massiccia falsificazione di traveller checks, senza per questo assentarsi un solo giorno dal loro lavoro come muratori, sono soltanto uno: Lucio Urtubia, originario di Cascante (Navarra).  Lucio oggi vive a Parigi, lontano dai clamori.  E’ stato testimone, spesso come parte attiva, di vari accadimenti storici della seconda metà del XX secolo. Visse da militante il maggio ’68, collaborò in tutte le attività antifranchiste, ma senza alcun dubbio la sua più grande impresa è stata quella di fine anni ’70, per la quale fu descitto dai giornali come il “bandito buono” o lo “Zorro dei baschi”.
Riuscì a truffare la First National Bank (adesso Citibank) per 20 milioni di euro del tempo, utilizzando quel denaro per le cause in cui credeva.
Incredibilmente, la sua carriera gli è costata solo qualche mese di carcere.

Giovedi’ 3 novembre  COLPO AL CUORE

Morte non accidentale di un monarca.
di Teleimmagini?, 2009
Un documentario storico diverso dal solito. Le interviste e le analisi che attraversano il film hanno due differenti direzioni. La prima è ripercorrere la vita di Gaetano Bresci e il regicidio di Umberto I, con la chiara volontà di raccontare il personaggio, praticamente dimenticato dai libri di storia, ed analizzare un contesto difficile che l’Italia ha vissuto come quello dell’epoca umbertina.
L’altra è l’analisi politica del gesto: la volontà di riscatto, l’azione individuale al di là della propaganda del fatto, l’impossibilità di restare inermi di fronte a delle atroci ingiustizie. Un gesto contestualizzabile anche ai giorni nostri, al di là dei sovrani e dei potenti. Un gesto vivo in chiunque abbia, come Bresci, la forza rivoluzionaria di dire basta ed abbattere il simbolo…

Posted in Eventi.

Tagged with , , , .