Skip to content


Gallarate: scuola di polizia…

scuoladipoliziaSCUOLA DI POLIZIA
Venerdì 22 novembre abbiamo organizzato un corteo contro il sistema autoritario di gestione aziendale della scuola, che vorrebbe trasformare gli studenti in automi pronti ad essere sfruttati dal cosiddetto “mondo del lavoro”.
La nostra idea di scuola è ben diversa; vogliamo una scuola in cui ci sia libera circolazione di saperi e idee, gestita direttamente da chi la frequenta, ossia gli studenti, in modo orizzontale attraverso il metodo assembleare. Avremmo voluto sperimentare questo per un giorno, a seguito del corteo, ma ci è stato impedito fin dall’inizio della giornata. Le uniche risposte che abbiamo ricevuto sono state :
-Spintoni e minacce da parte della polizia all’inizio del corteo
-Manganellate, calci e pugni quando siamo entrati a scuola per fare una semplice l’assemblea e
autogestire i nostri spazi
-Aggressioni e minacce da parte di dirigenti e personale scolastico
-Studenti fermati e denunciati 

La responsabilità diretta è di preside e vice preside che hanno autorizzato l’ingresso all’interno dell’istituto
(IPSA di Gallarate)alla polizia con caschi e manganelli.

È vergognosa la gestione FASCISTA di questi soggetti che hanno permesso di aggredire i loro stessi studenti. Durante questi momenti è avvenuta una cosa ancora peggiore: gli studenti presenti a scuola sono stati sequestrati all’interno delle loro aule e minacciati da polizia e professori; gli è stato impedito di uscire e addirittura di aprire le finestre per comunicare coi loro compagni fuori.
Oggi avremmo voluto gestire la nostra scuola in maniera autonoma, ma siamo stati cacciati brutalmente: la dirigenza scolastica ha preferito la polizia all’interno dell’istituto al posto dei propri studenti. In questa giornata abbiamo dimostrato di saper resistere coraggiosamente alle aggressioni e alle cariche poliziesche, siamo determinati a  roseguire la nostra lotta e non ci fermeremo davanti a questi squallidi tentativi fascisti di ostacolarci. Rispediamo al mittente le minacce di denunce e provvedimenti disciplinari all’interno delle scuole ed invitiamo tutti gli studenti e i professori ancora pensanti alla mobilitazione e ad una presa di posizione netta ed esplicita su quanto avvenuto oggi.

QUESTO è SOLO L’INIZIO, INVITIAMO GLI STUDENTI A SCIOPERARE LE LEZIONI NEL GIORNO DI  LUNEDÌ 25 NOVEMBRE PER DISCUTERE SU QUANTO ACCADUTO.

LE SCUOLE SONO NOSTRE!

FUORI LA POLIZIA E FUORI PRESIDI, DIRIGENTI E PROFESSORI FASCISTI!

CI RIPRENDIAMO TUTTO
Collettivo Studenti Autonomi Gallarate

Posted in Comunicati e volantini.

Tagged with , .