Skip to content


Le nostre banlieus fra ‘a monnezza

Cosa è più sconvolgente la vista di tonnellate di ‘a
monezza o le dichiarazioni che su questa "emergenza" fanno politici e
governanti?
‘ A monnezza si moltiplica in tutti i sensi.
Così, come se fosse la cosa più naturale di questo mondo, ma in effetti
lo è!, i responsabili di questa "emergenza" che straripa per le vie di
Napoli e per la Campania tonnellate di ‘a monnezza, chiamano tutti ad
avere senso di responsabilità, a comportarsi civilmente perché siamo un
paese civile; lo sapevamo già, stiamo pure in guerra per portare la
civiltà agli altri!
Per questa logica i napoletani non dovrebbero, responsabilmente,
bruciare ‘a monnezza perché così si produce diossina, dovrebbero
civilmente subirsi i miasmi, le epidemie e naturalmente le perenni
discariche nocive.
I Sardi i Laziali i Siciliani dovrebbero, responsabilmente, prendersi i
rifiuti dei napoletani per senso civico e condivisione dell’
"emergenza" Campana.

Strano modo di ragionare, modo sospetto,
tutti debbono avere responsabilità, sopratutto chi paga per avere
teoricamente un servizio di nettezza urbana, mentre chi era preposto a
governare il problema non ha la responsabilità alcuna nell’aver fatto
giungere le cose a questo punto, e come al solito la questione diventa
"che figura facciamo" di fronte al mondo intero e un ennesimo problema
di SICUREZZA.
De Gennaro pensaci tu, De Gennaro salvaci tu, da Genova a Napoli!

Su
gli affari delle mafie e sulle collusioni tra mafie e potentati locali
e nazionali in merito ai soldi che si fanno con ‘a monnezza è stato
ampiamente detto, scritto, intercettato: tutti sanno che "’a monnezza è
oro".
E’ talmente oro che per questo oro si fa giungere il problema al
livello emergenziale, per cui tranquillamente si può continuare ad
aprire e riaprire discariche e chi sta vicino alle discariche può
continuare a crepare di cancro per l’oro che intascano altri.
Questa emergenza campana sta diventando, veramente, il paradigma di cosa è il Sistema Capitale:
Perché una cosa è certa non è un problema del Sud d’Italia o del Sud
del mondo, dove i bambini sono addetti, per sopravvivere, al riciclo
dell’immondizia; i bambini di Nairobi, per esempio sono cercatori di
rifiuti, non cercatori d’oro, cercatori di rifiuti con cui sopravvivere:
No. è un problema di tutto il mondo, i vagoni e i camion di rifiuti più
o meno tossici, più o meno pericolosi, persino nucleari, corrono per
tutto il mondo ad incrementare i profitti, e a gonfiare i depositi de
‘a monnezza più o meno legali.
In posti più "civili", in cui la faccenda è regolata con più criterio,
ci sono problemi più soft con gli inceneritori, ma anche loro creano
polveri dannose.

E’ un paradigma del Sistema , ‘a monnezza, anche
perché non si riesce a vederne la soluzione, almeno nella fase attuale.
È pensabile smantellare all’improvviso la piramide di interessi che si
è creato con questo oro maleodorante? Ci sarebbero ricadute economiche
e politiche notevoli, credo.
Per citare il Gattopardo tutto deve sembrare che cambi, perché tutto
resti uguale: e allora si sposta ‘a monnezza di qua e di là, si
promette che si faranno dei gran cambiamenti su raccolta e riciclaggio,
le solite promesse di… monnezzari, ma in effetti i politici
continueranno a cuccarsi i voti dei signori della monnezza, di
qualsiasi schieramento siano.

Perché per risolvere veramente il
problema alla radice bisognerebbe cambiare il sistema in toto, ed è
curioso pensare che la tanto conclamata civiltà poggia su una catasta
di… ‘a monezza.
Infatti io mi ricordo che il presidente Napolitano che tanto è affranto
per questa storiaccia de ‘a monnezza nel giugno 2007 parlando del
Vulcano Buono il mega centro progettato da Renzo Piano nel Cis
interporto di Nola ebbe a dire: "Sono molto colpito – da questa
straordinaria invenzione che mette le sue radici nella storia della
città, della città che cresce con forme straordinariamente moderne e
avanzate: un esempio per l’Europa".

Perché non c’è solo Acerra, ma con Acerra convive Vulcano Buono:

– Cinema multisala 9 sale 2.100 Posti
– Hotel (Holiday Inn) 145 stanze
– Punti Ristoro 23
– Parcheggi 7.200 posti auto
– Ipermercato 14.000 mq
– piazza centrale mq. 20.000
– Superficie lorda pavimento mq. 150.000
– Superficie Totale mq.450.000
– Occupazione prevista 1.500-2.000 addetti
– Investimento 180 milioni di euro

Queste "convivenze" creano le Banlieues da Parigi a Napoli a Cagliari…

Cosa
è infatti il Vulcano Buono?, è un Mega Outlet , uno di quei posti che
sostituiscono le piazze, i muretti, le panchine, i circoli, le case del
popolo,  le osterie…ora sono rimaste solo le chiese sempre più
vuote e gli Outlet sempre più pieni.
Uno di quei posti che smerciano monezza e che producono monnezza con tutti gli involucri della monnezza che smerciano.

La
nuova piazza ad immagine e somiglianza della merce, dove la socialità è
condizionata dalla merce, una socialità monnezza in senso proprio: e
che discorsi si possono fare con la musica a tutto spiano e con
guardioni e telecamere?; intanto ti abitui ai guardioni, alle
telecamere e ti abitui al fatto che la merce deve permeare tutta la tua
vita, quando la produci, quando la consumi e pure quando vai a
socializzare.

Questo per dire che ‘a monnezza è la base del
Sistema, mancano le cose vitali e necessarie, la sicurezza del lavoro e
sul lavoro, le case e gli ospedali le scuole e i soldi per campare pare
che esista solo il superfluo dei bisogni indotti.

Quindi
Napolitano prima si entusiasma per il Vulcano Buono, poi si sconvolge
per la monnezza che straripa! Bell’ossimoro per gli ex patiti
dell’ossimoro!

Un tempo si diceva "sarà una risata che vi seppellirà", speriamolo per non finire seppelliti tutti da ‘a monnezza!

vittoria
L’Avamposto degli Incompatibili
www.contrappunto.org 

Posted in Approfondimenti.