Saronno: i Carabinieri non fermeranno il carrello solidale!

Dal Collettivo Adespota di Saronno:

Può capitare, in una piccola cittadella lombarda, di ascoltare durante una colletta alimentare – per la quale nessuno deve chiedere autorizzazione a nessuno – frasi del tipo “non potete stare qua, questa parte di suolo è territorio del supermercato!”. A parlare, attraverso le vesti di un commesso più agitato di altri, è la mentalità che la fa da padrona negli ultimi due decenni: apparenza, decoro, imbecille rispetto acritico della legalità. Pur tuttavia, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, e il carrello solidale da sei mesi continua imperterrito a riempirsi e svuotarsi, attorno a esso continuano a intrecciarsi vissuti.
Continue reading “Saronno: i Carabinieri non fermeranno il carrello solidale!”

Agli arrabbiati: RIVOLTIAMOCI!

Quest’anno pandemico è stato un’ulteriore occasione per aumentare le distanze tra chi ha sempre meno e chi accumula sempre più.
Le misure di contrasto alla diffusione di un virus, imposte dall’alto, diventano un’opportunità per ridisegnare un mondo di sottomessi, asservito al capitalismo. I governi espletano il loro compito repressivo decretando il dovere di privarsi di qualsiasi socialità reale, autorizzando unicamente il lavoro. Si assottiglia sempre più la differenza tra essere umano e macchina, dedita esclusivamente alla produzione ed al consumo.
Nel mezzo del torpore, in cui per molti pare non vi sia altra soluzione che obbedire, si fa largo il malcontento, il semplice lamentarsi a molti non basta più.
A tutti loro ci rivolgiamo.

Note urgenti contro la campagna militar-vaccinale

“Siamo arrivati ad un punto in cui ciò che a noi sembra da irresponsabili è proprio accettare speranzosi oppure seguire la logica “lasciamo passar la nottata” e poi riprendiamo il conflitto. Questa nottata non passa da sola. La pace sociale è ogni giorno di più uno scrigno di sciagure.”

SARONNO: POSSIAMO LAVORARE E CONSUMARE, MA NON POSSIAMO MANIFESTARE

SARONNO, MULTE PER IL CORTEO DEL 19 DICEMBRE: POSSIAMO LAVORARE E CONSUMARE, MA NON POSSIAMO MANIFESTARE

Dal Collettivo Adesposta

Sabato 19 dicembre le vie di Saronno sono piene di gente. Grazie ad un momentaneo allentamento delle norme anti-Covid, nei giorni che precedono il Natale, i negozi possono aprir bottega e cercare di incassare qualcosa approfittando della consueta calca prefestiva.
Ma quel sabato pomeriggio succede qualcos’altro: durante quella che doveva essere una tranquilla giornata di shopping, un rumoroso corteo attraversa le vie del centro. Attraversando il centro cittadino il corteo ingrossa le proprie fila e diventa sempre più rumoroso, diffondendo volantini, interrompendo la noia del consumo con interventi riguardo la condizione dei detenuti (in particolare nelle vicine galere di Busto e Varese), le forme di lotta messe in atto dai lavoratori della logistica e di Amazon, inoltre alcune riflessioni da parte dei lavoratori della sanità riguardo la situazione negli ospedali e le prospettive a medio termine con gli ingenti tagli al personale degli ultimi due decenni, e la necessità di organizzare la solidarietà in maniera autogestita per far fronte a città e politiche sempre più escludenti.
Continue reading “SARONNO: POSSIAMO LAVORARE E CONSUMARE, MA NON POSSIAMO MANIFESTARE”